Salta al contenuto
Rss




Ponte NapoleonicoLa strada per Domodossola, allo sperone roccioso su cui sorge l’antica chiesa di S. Maurizio, puntava verso il ponte seguendo l’attuale corso Italia. I ponti erano due: il “Ponte sui gabbi” superava un ramo dell’Ovesca quasi sempre in secca, l’altro è quello conservatosi. Passato questo, a sinistra la “Strada Antronesca” serpeggiava (“Serpagnana”) sul ripido pendio per raggiungere le frazioni di Villa e la Valle Antrona; la “Strada Francisca” invece continuava lungo l’attuale tracciato fino alla chiesa di S. Bartolomeo e raggiungeva Domodossola costeggiando la montagna. Il fiume scorreva in un alveo più profondo dell’attuale di almeno 7-8 m, come prova l’interramento subito dalla chiesa del Piaggio, e puntava a sud verso la Toce quasi lambendo il Sasso di S. Maurizio. 1300 Presenza di un ponte di pietra o di legno, stante l’importanza della via “Francisca”. 1317 Iniziative dei domesi per abolire il pedaggio voluto dal vescovo Ugulcione. 1345 Gli Statuti affidano la manutenzione al comune di Villa. 1442 Dopo la distruzione dovuta a un’alluvione si stipula un contratto per la costruzione di un ponte a tre arcate. 1480 Ennesimo crollo in una piena. 1481 Nuovo contratto di ricostruzione di un ponte a due arcate. Compare un ponte più piccolo (“Ponte sui gabbi”). Dall’Ovesca si derivano la roggia “dei mulini” a sud e “dei prati” a nord. 1588 Grande alluvione che colpisce tutta l’Ossola e abbatte il ponte. L’Ovesca straripando accumulò la gran massa di detriti che seppellì la cripta della chiesa di S. Maria del Piaggio. 1589 Costruzione di un nuovo ponte a tre arcate. 1614 Una frana poco sopra Villa sbarrò il corso dell’Ovesca e cedendo di colpo causò l’onda di piena che ricoprì lo sbocco della valle e parte del ponte con parecchi metri di materiale. 1627 Ricostruzione del ponte a due arcate. 1677-1708 Rinforzo degli argini a salvaguardia del ponte. 1755 Nuova piena disastrosa. 1800 Con la costruzione della strada napoleonica il ponte viene allargato, affiancando un nuovo arco a quello esistente. Il fiume fu costretto a passare sotto un’unica arcata mentre la seconda occlusa nelle opere di difesa. Con i lavori scompare un’edicola dedicata a S. Giovanni Nepomuceno. 1888 Con la costruzione della ferrovia Novara-Domodossola si realizzano nuovi argini. 1930 La strada del Sempione utilizzò esclusivamente lo storico ponte fino a questa data, in cui venne costruito quello più ampio e comodo vicino alla chiesa di S. Bartolomeo.




Inizio Pagina Città di VILLADOSSOLA (VB) - Sito Ufficiale
Via Marconi n.21 - 28844 VILLADOSSOLA (VB) - Italy
Tel. (+39)0324.501411 - Fax (+39)0324.575097
Codice Fiscale: 00233410034 - Partita IVA: 00233410034
EMail: municipio@comune.villadossola.vb.it
Posta Elettronica Certificata: comunedivilladossola@postecert.it
Web: http://www.comune.villadossola.vb.it


|