Salta al contenuto
Rss




immagine ingrandita Chiesa Piaggio (apre in nuova finestra) Permane ancora incertezza sul tempo e l'identità degli agenti della evangelizzazione in Ossola.
In concreto, il primo segno di una presenza cristiana si ha si ha con l'organizzazione del territorio rurale in organismi amministrativi in cui vennero suddivise le diocesi. Tali circoscrizioni vennero denominate "pievi"; al centro della circoscrizione era edificata la chiesa battesimale nelle quale la popolazione residente nella pieve si riuniva per celebrare le liturgie e ricevere i sacramenti.
Villa fin dalle origini appartenne alla pieve dei SS. Gervasio e Protasio, a cui era intitolata la chiesa plebana di Oscella, l'odierna Domodossola. Dagli ultimi decenni del X secolo a Villa esisteva una chiesa intitolata ai SS. Fabiano e Sebastiano in cui veniva a officiare un canonico del collegio canonicale di Oscella che aveva "cura d'anime" della popolazione di Villa e Valle Antrona.
Nel secolo successivo la cura d'anime, gestita da due canonici domesi, venne arricchita da una nuova chiesa, S. Ambrogio di Seppiana, per facilitare la vita religiosa ai valligiani.
Con lo stabilirsi delle istituzioni comunali si avviò il processo storico destinato a culminare nella costituzione delle parrocchie in cui si suddivise il territorio della pieve rurale dei SS. Gervasio e Protasio.
Villa e Valle Antrona, con le sedi distinte dei SS. Fabiano e Sebastiano e di S. Ambrogio, vennero affidate come parrocchia autonoma a due parroci "porzionari" che, avendo beni e residenza in comune, officiavano, rispettivamente, uno a Villa nella chiesa dei SS. Fabiano e Sebastiano e nell'oratorio di S. Maria Vergine Assunta del Piaggio, l'altro nella chiesa di S. Ambrogio a Seppiana e nell'oratorio di S. Maurizio a Villa.
Intorno alla fine del Duecento, Villa divenne sede autonoma e Seppiana assurse al ruolo di centro religioso dell'intera Valle Antrona.
immagine ingrandita San Maurizio di notte (apre in nuova finestra) Fra il 1351 e il 1352 venne cambiati il titolo alla chiesa dei SS. Fabiano e Sebastiano che da allora assunse quello di S. Bartolomeo.
Nel periodo interlocutore tra il XV e il XVII secolo, oltre alle chiese romaniche già menzionate, vennero edificate nel territorio di Villa l'oratorio di S. Giovanni Evangelista a Sogno (1450-1460) e la cappella dei SS. Sebastiano e Rocco (1513-1515).
Una svolta decisiva nella vita religiosa villese si compì con l'edificazione della nuova chiesa parrocchiale sul colle della Noga, intrapresa nel 1663; episodio che implicò il temporaneo trasferimento, a partire dal 1743, della sede parrocchiale dal piano alla frazione montana sulla strada della Valle Antrona.
Intitolato alla Beata Vergine del Rosario, il tempio seicentesco divenne sede della nuova parrocchia della Noga nel 1959, trentatrè anni dopo il ritorno della sede parrocchiale di Villadossola a S. Bartolomeo.
Quasi contemporaneamente all'edificazione della chiesa della Noga, negli anni intercorrenti fra il 1630 e 1706 venne faticosamente costruito l'Oratorio di S. Antonio al Boschetto.
Nel 1952 venne edificata la chiesa di S. Giuseppe lavoratore al Villaggio SISMA di Villadossola, che nel 1953 divenne sede di una nuova parrocchia a cui venne aggregata l'antica parrocchia di Tappia con la sua chiesa di S. Zenone (1350-1650) e l'oratorio di S. Giovanni Evangelista a Valpiana (XV-XVIII secolo).
Nel 1968 la parrocchia di S. Bartolomeo viene infine dotata di una nuova chiesa parrocchiale dedicata a Cristo Risorto, progettata dal famoso architetto ossolano Vietto Violi.
La vita religiosa di Villa fu sempre particolarmente animata dalla presenza di pie associazioni fra laici dette "Confraternite", sorte appositamente per effettuare opere di misericordia spirituali e corporali. Operarono sul territorio di Villadossola l'Elemosina di Santo Spirito e la Confraternita di Santa Marta, di origine medievale, mentre sono di istituzione posteriore al Concilio di Trento le confraternite del Santo Rosario, del Santo Nome di Dio, del SS. Sacramento e della Dottrina Cristiana.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Città di VILLADOSSOLA (VB) - Sito Ufficiale
Via Marconi n.21 - 28844 VILLADOSSOLA (VB) - Italy
Tel. (+39)0324.501411 - Fax (+39)0324.575097
Codice Fiscale: 00233410034 - Partita IVA: 00233410034
EMail: municipio@comune.villadossola.vb.it
Posta Elettronica Certificata: comunedivilladossola@postecert.it
Web: http://www.comune.villadossola.vb.it


|